Una fiction su Enrico Mattei a Viterbo

La città di Viterbo ancora set cinematografico. Farà da sfondo per le riprese dello sceneggiato targato Raiuno ‘Enrico Mattei' per la regia di Giorgio Capitani che la produzione Lux Vide di Luce e Matilde Bernabei effettuerà a Viterbo dal 10 al 22 novembre.
Ad interpretare il ruolo di Mattei è Massimo Ghini, l'attore romano, già impegnato nella seconda serie della fiction "Raccontami", sempre per RaiUno.
Accanto a Ghini c'è Vittoria Belvedere che interpreta la moglie di Mattei, uno dei personaggi la cui morte ancora oggi è avvolta nel mistero: l'aereo sul quale viaggiava precipitò il 27 ottobre 1962, nella campagna di Bascapè, presso Pavia, al ritorno da un viaggio in Sicilia, in circostanze mai del tutto chiarite.
Dieci anni dopo la morte Francesco Rosi girò un film che ricostruiva il periodo di Mattei trascorso alla guida dell'Agip e dell'Eni.
Nominato nel 1945 commissario straordinario dell'Agip, con il difficile compito di liquidarla, svenderla a privati o a grandi compagnie, Mattei riesce abilmente a mantenere la società in vita e, addirittura, a potenziarla e renderla più efficiente, evitando in questo modo la vendita.
Nel biennio 1946 - 1948 nasce la rete dell'Agip, e si hanno le prime scoperte di petrolio e metano in diverse parti d'Italia.
Mattei cerca di dimostrare che può esistere una efficiente industria italiana degli idrocarburi e, a tale scopo, si ingegna di offrire ai paesi arabi ed africani produttori di greggio condizioni di sfruttamento delle loro risorse più vantaggiose di quelle proposte dai rappresentanti dei trust anglo-americani del petrolio sette sorelle, inimicandoseli mortalmente.Quindi la sua morte per la caduta dell'aereo.Uno dei misteri mai risolti.
La riprese dello sceneggiato diretto da Giorgio Capitani sono iniziate il 27 ottobre a Torino e si sposteranno a Viterbo a partire dal 10 novembre.
La produzione ha annunciato che avverrà una selezione per le comparse.La selezione si terrà presso l'ex tribunale di Viterbo a piazza Fontana Grande il giorno sabato 8 novembre dalle ore 9 alle ore 13.
"Essendo il film ambientato negli anni ‘40 / ‘60 gli uomini non devono avere capelli con tagli moderni o molto lunghi, le donne devono avere tagli normali (non mesches o tagli moderni) - si legge in un comunicato - i partecipanti che erano iscritti al collocamento dello spettacolo entro giugno del 2008 devono presentarsi muniti di fotocopia di documento di riconoscimento, fotocopia del codice fiscale e di fotocopia dell'iscrizione al collocamento dello spettacolo.
Per tutti gli altri partecipanti è sufficiente la fotocopia del documento di identità e la fotocopia del codice fiscale non essendo più necessaria l'iscrizione al suddetto collocamento."

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia