Per "Giovedì Cinema" questa sera presso il Cine Tuscia Village di Vitorchiano per Tuscia Film Fest verrà proiettato (ore 18 e 21,30) "Gorbaciof" di Stefano Incerti. Una vistosa voglia sulla fronte che gli è valsa il soprannome di Gorbaciof (sic!) appiccicatogli dai personaggi gretti e provinciali che lo circondano. L'aria schiva di chi ha perso ogni forma di curiosità per una vita che si avvolge a loop in un'insensata e troppo squallida routine. Anche le vincite al gioco d'azzardo sono ordinaria amministrazione per Marino Pacileo, l'avvizzito contabile del carcere napoletano di Poggio Reale interpretato da Toni Servillo nell'ultimo film, il settimo, di Stefano Incerti.
È intorno a questo protagonista rassegnato e insieme inquieto che ruota una storia lineare ma insolita nel panorama del cinema italiano. Incerti ha realizzato un film di rara coerenza, spiazzante in ogni sua fase e meticolosamente costruito in ogni suo elemento. Un film equilibrato, che non intende stupire anche se si appoggia quasi completamente sull'abilità nella recitazione di un artista magnetico e pirotecnico. In "Gorbaciof" l'immaginazione si fa più vera del vero, e ci si sente realmente inghiottiti fino alla fine insieme al protagonista nel vortice di una realtà criminale che ormai anche la cronaca racconta come se si trattasse di fiction.
Servillo domina ogni scena, perfettamente calato nel personaggio impettito e sudicio fuori quanto goffo e -si scoprirà- pulito dentro che maneggia banconote con distacco e disinvoltura, guardandole appena con la coda dell'occhio e il volto annoiato. Denaro che genera denaro, passando dalla cassa del carcere al tappetino verde del tavolo da gioco. Denaro che Gorbaciof si guadagna illegalmente, ma non per questo con facilità, e che sembra inizialmente non servirgli ad altro che ad alimentare il suo vizio segreto.
Ma Gorbaciof si rivela essere un ladro-gentiluomo, una sorta di Robin Hood partenopeo che agisce sotto l'impulso di valori e sentimenti candidi che intorno a lui si sono invece sgretolati. Il livello della comunicazione è ridotto all'essenza, come basato sull'essenziale è lo scambio di informazioni tra il protagonista e l'eterea ragazza cinese di cui si innamora, interpretata dall'attrice Mi Yang. Silenzi che spiazzano richiamando una dimensione surreale, e che contribuiscono a fare di Gorbaciof un lavoro che si distacca dalla tradizione cinematografica italiana. I bassifondi angusti e criminali di una Napoli fin troppo nota, scolpita nell'immaginario comune dalla cronaca prima ancora che dal grande schermo e dalla fiction, vengono scandagliati con una prospettiva nuova, complice una regia che strizza l'occhio al cinema orientale nella grammatica di base e al gangster movie americano nella caratterizzazione dei personaggi. Usando una particolare tecnica, Incerti si dimostra in grado di offrire una visione totale e incisiva della realtà che vuole raccontare. Sono i particolari visivi e i loro raccordi a veicolare il significato del tutto. Ed è Gorbaciof-Servillo a incarnare come una maschera, emblema della tradizione napoletana, le caratteristiche reiette e al contempo profondamente umane della piccola malavita e di chi ci si trova coinvolto un po' per circostanza. Nessun intento autocelebrativo del protagonista disturba la visione; ogni scelta costituisce un tassello fondamentale della narrazione durante la quale Servillo non si concede imperfezioni. Insomma un'opera di grande spessore che va seguita con attenzione. La programmazione di "Giovedì Cinema" proseguirà giovedì 3 febbraio (orario 18-21.30, ingresso: 5 euro) con "Animal Kingdom" di David Michôd con Ben Mendelsohn, Joel Edgerton, Guy Pearce Miglior film al Sundance Film Festival 2010. Ancora, giovedì 10 febbraio sarà invece la volta di "Uomini di Dio" (proiezioni ore: 18-21.30, ingresso 5 euro) di Xavier Beauvois con Lambert Wilson, Michael Lonsdale, Goran Kostic, Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes 2010
Corriere di Viterbo Giovedì 27 Gennaio 2011

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia