Prosegue la stagione teatrale a cura dell'Accademia della Tuscia, un progetto finanziato dalla Regione Lazio, assessorato alla Cultura e curato dall'Accademia della Tuscia per la direzione artistica di Marco Schiavoni con la collaborazione del Comune di Vejano. "Seppellite il mio cuore qui" è uno spettacolo del Teatro Null diretto da Gianni Abbate che verrà presentato stasera alle 21 nella sala polivalente (parco pubblico). Il tema della storia è quello di un viaggio con la famiglia per andare in villeggiatura, da Napoli a Scauri, vicino Formia, provincia di Latina. Un viaggio tra storia antica e aneddoti, raccontati da un padre professore, che continua a dispensare pillole di cultura anche al di fuori dell'aula e un paesaggio incantevole, lungo il litorale domizio, ancora incontaminato.

Sono gli anni del bum economico, detto anche miracolo economico, dove riecheggiano le canzoni di San Remo dal ‘58 al ‘61. Si arriverà per contrasto ai giorni nostri, con l'ecomafia, il degrado, i veleni, il percolato, la "munnezza", la strage dei bufalotti, il tutto riversato in mare attraverso i Regi Lagni). Le inondazioni tormentavano le popolazioni locali e ne impedivano lo sviluppo sin dall'epoca pre-romana. Tra ricordi, canzoni, racconti divertenti e dettagli a dir poco inquietanti del panorama attuale, lo spettacolo offre un quadro preciso del bel Paese. Le musiche originali, eseguite dal vivo, sono del maestro Fabio Barili, gli elementi scenografici di Benni Barone, i video e la regia di Gianni Abbate

Corriere di Viterbo Sabato 3 Dicembre 2011

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia