Inizia stasera il nuovo percorso artistico del teatro stabile del Comune di Monte Romano, rimasto chiuso per alcuni anni (troppi a nostro parere). La programmazione è curata da Luigi Galdiero, che è anche il direttore. Galdiero, con la sua esperienza ultra trentennale, punta tutto sulla rivalutazione e sul recupero della tradizione, convinto che rappresenti il bene immateriale più prezioso di ogni civiltà. Proprio per preservare il tramandare di sapori, colori, vizi e virtù, il mese di dicembre vedrà la partecipazione di tre eventi di primissimo ordine. Il primo sarà stasera alle 21 e poi domani, domenica, in replica, alle 18 con la rappresentazione scenica della più semplice e pura "romanità": una commedia musicale ambientata nella Roma dei primi dell' Ottocento.

La compagnia vede anche la partecipazione, così come era nei desideri del neo direttore, di giovani che rappresentano le più belle e promettenti realtà del territorio della Tuscia: faranno da "apri-pista" agli altri che desiderano avvicinarsi alle discipline teatrali. Il 10 dicembre, alle 21, protagonista la "romanità", anzi la "romanità" in persona, parliamo del più grande mattatore della commedia comico-dialettale nazionale: Alfiero Alfieri. Allievo prediletto prima di Checco Durante e poi di Aldo Fabrizi, Alfiero è istrionico. Il giorno dopo, domenica 11, alle 18, il teatro La Rotonda ospiterà, per la prima volta, in uno spettacolo da unica data nella Tuscia il più bravo One Man Show nazionale, Luciano Lembo, direttamente da Colorado Caffè, dove imitava Robert de Niro, e da Zelig

Corriere di Viterbo Sabato 3 Dicembre 2011

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia