Si è tenuta ieri in piazza dei Caduti presso la Chiesa degli Almadiani la prima giornata della quarta edizione dell'iniziativa "Opera - un progetto d'impresa" promossa dalla Confartigianato di Viterbo in collaborazione e con il patrocinio degli Assessorati alla Cultura ed allo Sviluppo Economico del comune di Viterbo, della Provincia di Viterbo, dell'Università della Tuscia e del M.i.u.r.
- C.s.a. - Viterbo oltre alla partecipazione ed il contributo della Banca di Viterbo e della Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura di Viterbo.
É stato Andrea De Simone, direttore della Confartigianato, a fare gli onori di casa, ringraziando gli Enti che hanno sostenuto il progetto, ed a presentare in modo esauriente l'importanza dell'iniziativa ed i futuri risvolti positivi che essa può produrre.
Iniziativa che fornisce in maniera pratica un ponte diretto tra scuola ed attività lavorativa, anche attraverso un reale monitoraggio da parte della stessa Confartigianato del proseguio dei vari progetti che potranno sfociare in vere e proprie attività professionali, sostenendoli spesso con stage ed assistenza professionale.
Ha spiegato come negli anni il progetto abbia notevolmente preso piede con un sostanziale incremento di adesioni: l'istituto tecnico commerciale 'Paolo Savi', l'Istituto tecnico industriale statale"ed il liceo scientifico "Paolo Ruffini' di Viterbo sono stati protagonisti per numero di studenti che hanno aderito al progetto, ma non sono mancati neanche ragazzi esterni a qualsiasi istituzione scolastica.
Di qui il gran numero di opere presentate dai ragazzi che si sono rivelati dotati di intuizioni sorprendentemente innovative, originali, senza mancare di senso pratico e di un contatto diretto con le necessità dell'attuale richiesta di mercato.
Di qui progetti legati al turismo, all'alimentazione alla salvaguardia dell'ambiente alla sicurezza stradale ed alla qualità della vita in generale.
Ovviamente si è dovuta poi fare una scrematura di tutto ciò che è stato presentato dai ragazzi: qui dunque la collaborazione dei docenti di alcuni tra gli Istituti partecipanti, nelle persone di Moro Luciana e Tanzini Patrizia oltre che dei coordinatori dell'evento Dottor Iuri Gori e Dott.ssa Emanuela Stella della Confartigianato che hanno materialmente provveduto, dal bando di concorso all'allestimento della sala, alla realizzazione dell'evento in ogni minimo dettaglio.
É successivamente intervenuto il Professor Alessandro Ruggeri Preside della Facoltà di Economia presso l'Università della Tuscia il quale ha sottolineato come la collaborazione tra Istituti Superiori ed Università abbia operato positivamente nella crescita delle prospettive e negli obiettivi dei futuri imprenditori.
Il tono è stato decisamente ottimistico malgrado una congiuntura economica non favorevole a livello generale; il Professor Ruggeri non ha tralasciato di sottolineare l'importanza dello studio a sostegno di qualsiasi idea che così sostenuta potrà continuare ad alimentare il tessuto produttivo nazionale che nei fatti è costituito per un 98% da imprese di piccole e medie dimensioni.
É stato chiaro il consiglio del docente: il vantaggio degli studenti è costituito dalla loro giovane età e fervida fantasia.
É attraverso l'impegno e l'applicazione (oltre ad una metodologia di studio sempre più innovativa ed a contatto diretto con le vere aziende) che si potrà dare un nuovo aspetto al mercato del futuro che sarà costituito da persone che abbiano idee, materia prima di ogni tipo di attività imprenditoriale, e le sappiano applicare.
In un ambiente carico di aspettative, tra l'imbarazzo e la voglia dei ragazzi di presentare ciascuno la propria opera, che analizzeremo più dettagliatamente nei prossimi giorni, si è svolta quindi la prima giornata dell'iniziativa a cui va sicuramente fatto plauso di essere specchio di quella che ci auspichiamo diventi la futura realtà dell'impresa giovanile

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia