La costruzione del Parco eolico a Tuscania è prevista su terreni di proprietà privata di cui la società proponente ha acquisito o sta acquisendo la disponibilità dai rispettivi proprietari in base a contratti della durata di 30 anni.
Su questi terreni verranno presumibilmente installati fino ad un massimo di 48 aerogeneratori per una potenza complessiva fino a circa 96 megawatt.
La convenzione approvata lo scorso 18 dicembre dal Comune di Tuscania avrà effetto solo ed esclusivamente nel caso in cui la società proponente avrà ottenuto tutte le necessarie autorizzazioni previste dalla legge.
In caso di realizzazione del Parco eolico la società riconoscerà al Comune di Tuscania a titolo forfettario e comprensivo di tutti gli oneri un importo una tantum di 500 euro per ogni megawatt da installare che dovrà essere versato contestualmente al rilascio del permesso di costruire.
Un ulteriore contributo una tantum di 500 euro per ogni megawatt installato dovrà essere versato dalla società al Comune all'avvio dell'esercizio dell'impianto eolico, che dovrà essere tempestivamente comunicato al Comune.
Trascorso un triennio dall'attuazione del Parco eolico, se l'energia prodotta da ogni pala avrà una media di duemila ore produttive la società verserà al Comune un importo una tantum di 500 euro per ogni megawatt entro il trimestre successivo alla scadenza del triennio.
Oltre a questi benefici una tantum la convenzione prevede anche un ritorno economico legato alla produttività del Parco eolico.
La Società corrisponderà al Comune una somma annua calcolata sulla base del fatturato al netto di Iva derivante dalla cessione dell'energia prodotta annualmente dall'impianto, questa percentuale varia sulla base del numero degli aerogeneratori installati.
Sarà del 2,5% fino a 20, del 3% da 21 a 35 e del 3,5% oltre 36 installazioni. La convenzione prevede inoltre che per le forniture ed i lavori da appaltare connessi alla realizzazione del Parco eolico la società si impegna, nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale, ad attuare iniziative che possano consentire il coinvolgimento dell'imprenditoria e della manodopera locale, compatibilmente con i requisiti tecnici e le capacità professionali richiesti per la migliore realizzazione dell'impianto.
Nel documento viene fatta esplicita menzione anche dell'attività di informazione nei confronti dei cittadini.
"La volontà dell'Amministrazione comunale circa la realizzazione degli impianti - recita tra l'altro l'art.
5 della convenzione - sarà oggetto di una campagna preventiva di informazione e sensibilizzazione che vedrà coinvolta l'intera cittadinanza, le associazioni specifiche e di categoria, operanti sul territorio, sia nel campo dell'imprenditoria locale che nell'ambito culturale e sociale ovvero a difesa dell'ambiente.
Le spese legate alla realizzazione di tale campagna di informazione sono e saranno esclusivamente a carico della Società."
Anche il mondo della scuola e del turismo culturale è stato tenuto in considerazione, nell'art. 12 si legge che
"la Società è tenuta a istituire un punto informativo didattico, all'interno del Parco eolico, al fine di fornire informazioni agli studenti sull'attività del parco"

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia