Continuano le iniziative legate alla promozione dell'undicesima Settimana della cultura. Il prossimo, è il secondo dei tre week end dedicati a questa importante iniziativa nazionale. La giornata di domani viene aperta dalla Pro loco alle 17,30, presso l'ex sala consiliare, dove ci sarà un approfondimento sulle zone archeologiche del territorio, curato dallo storico locale, Valentino d'Arcangeli. A seguire il gruppo archeologico di Roccaltia tratterà il tema:
"Nuove scoperte: esperienze dal vivo."
Ma di certo la parte più affascinante del fine settimana sarà domenica mattina con la visita guidata nel sito archeologico di "Selva di Malano".
La selva si presenta costellata da tombe a fossa con sagoma umana, tombe etrusche a camera, are, urne cinerarie, sarcofagi e pestarole.
La maggior parte dei resti risalgono all'epoca romana o al basso medioevo, ma non mancano reperti etruschi e persino preistorici.
Tra i più interessanti, completamente ispezionabili, si ricordano il "Sasso del predicatore", luogo probabilmente destinato al culto e la "tomba del re e della regina".
L'intera manifestazione è promossa dall'associazione "Soriano Terzo Millennio onlus" in collaborazione con la Pro loco, la compagnia teatrale locale "Le Maschere Allegre" e il gruppo archeologico di Roccaltia oltre al patrocinio del Comune cimino.
Il prossimo e ultimo appuntamento con la settimana della cultura a Soriano, è previsto per il lungo week end del primo maggio.
Questa volta sarà possibile completare le visite alle zone archeologica presenti nel territorio di Soriano.
Venerdì primo maggio a Corviano. Luogo abitato fin dalla preistoria, come attestano le ancora visibili case ipogee poste su pareti tufacee, i fondi di capanna delle età neolitica e villanoviana, i resti di mura megalitiche.
Domenica 3 maggio l'escursione al sito archeologico di Valle Oscura

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia