La superstrada che collega l' Umbria con la Tuscia e che nel futuro, speriamo prossimo, dovrà permettere di raggiungere la costa con le due importanti arterie, ss Aurelia e Autostrada Tirrenica, rappresenta per Tuscania la più importante infrastruttura stradale. Da questa arteria chi vuole soggiornare a Tuscania può facilmente raggiungerla provenendo da tutte le direzioni. Gli stessi benefici, in uscita, varrebbero anche per la mobilità dei cittadini di Tuscania. In attesa del completamento di quest'opera Tuscania è già stata molto sacrificata. Non è la prima volta che viene fatto rilevare come l'assenza di uno svincolo sulla provinciale tuscanese nei pressi del comune capoluogo provochi disagi agli automobilisti:
"Sono già decine gli ospiti del mio albergo che hanno raggiunto Tuscania uscendo dallo svincolo sulla vetrallese - racconta un operatore turistico - quando faccio notare che arrivando dall' Umbria avrebbero potuto uscire a Viterbo tutte le volte mi viene detto che sulla superstrada nei pressi di Viterbo non esiste alcuna indicazione per Tuscania."

Quanto affermano questi turisti è vero. Le uscite difatti nei pressi di Viterbo vengono indicate con Siena, Viterbo Nord, Aeroporto, Terme: il nome di Tuscania non compare mai. Uscendo ad Aeroporto-Terme Tuscania compare solo al termine dello svincolo in direzione " delle pozze del bullicame". Il comune di Viterbo pochi anni fa è riuscito ad ottenere uno svincolo di sola entrata sulla tuscanese. Questo dimostra come risulti assolutamente pretestuosa la giustificazione "tecnica" che avrebbe impedito, all'epoca della costruzione della superstrada, uno svincolo in uscita sulla tuscanese. Non si capisce perché la servitù militare dell'aeroporto, questa la giustificazione tecnica dell'epoca, avrebbe valore per Tuscania e non per Viterbo.

( f.d.s. )
Corriere di Viterbo Sabato 12 Febbraio 2011

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia