Tutte le grandi cantanti prima o poi hanno incrociato il Brasile. Mina, Ornella Vanoni o ultimamente, Fiorella Mannoia. Noemi Nori invece grazie alla bossa nova si è scoperta cantante, più o meno una ventina d'anni fa negli anni ha collaborato con nomi come Nicola Arigliano, Lino Patruno, Franco Cerri o Romano Mussolini.
Domenica al teatro Manlio di Magliano Sabina, la sua città d'origine, ha deciso di ripercorrere la sua carriera con lo spettacolo "La vita è l'arte dell'incontro".
Uno spettacolo dove la bossa nova sarà la vera protagonista. Noemi riproporrà i grandi classici del genere che mescola la grande poesia di Vinicius De Moraes e le musiche di Jobim, Toquinho e Joao Gilberto: "Desafinado", "Garota de Ipanema", "Cocovado" e tante altre.
La cantante maglianese è un'apprezzata interprete del genere tanto che nel 2006 si è esibita all'inugurazione del museo di arti plastiche della Marina Militare di Rio De Janeiro e nel teatro "Crown Plaza" di San Paolo, ospite della cantante brasiliana Klebi Nori.
La stessa che affincherà Noemi nello spettacolo di domenica insieme a tanti altri musicisti. Per l'occasione si riformeranno i "Brasil ‘87" che insieme a Noemi hanno fatto scoprire la bossanova al pubblico umbro-laziale tra gli anni ‘80 e ‘90.
Il finale dello spettacolo sarà tutto per i ragazzi della scuola di musica "Francesco Jalenti" di Otricoli dove Noemi Nori insegna.
Un teatro solo però non è bastato. Infatti in pochi giorni i posti per lo spettacolo delle 17,30 sono esauriti. Perciò il concerto sarà replicato anche alle 21. Info: 0744-910336

Paolo Di Basilio
dal Corriere dell'Umbria Venerdì 26 Settembre 2008

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia