Il sindaco Giulio Marini è risoluto nello svelare le novità contenute nel nuovo regolamento comunale per gli impianti sportivi, presentato ieri mattina a palazzo dei Priori dopo l'ok ottenuto in quarta commissione giovedì scorso.
Il documento arriverà nella sala d'Ercole durante la prossima seduta del Consiglio.
"Le polemiche e gli elementi di disturbo come al solito non sono mancati - afferma il primo cittadino - ma bisogna capire che le cose cambiano, che i tempi sono diversi rispetto al passato e che le situazioni vanno migliorate, adattate alle esigenze dell'amministrazione.
D'ora in avanti i contributi comunali per le società sportive verranno erogati secondo delle regole ben precise - sottolinea - con trasparenza, dietro l'obbligatoria presentazione di progetti volti a creare una mission associativa finalizzata alla promozione dello sport accessibile a tutti e alla valorizzazione del patrimonio della città.
Chi otterrà la concessione di un impianto, dovrà patrimonializzarlo, perchè ha in dotazione un bene comunale."
Basta, quindi, coi finanziamenti a pioggia alle società e alle associazioni che hanno in gestione una struttura sportiva di proprietà comunale.
I contributi verranno azzerati da subito, mentre fino al 30 giugno 2009 - per non interferire con le stagioni agonistiche attualmente in corso - gli impianti precedentemente affidati resteranno in dotazione alle società e alle associazioni sportive.
Poi verranno esaminate le domande e i progetti, e solo in base a questi verranno assegnati eventuali finanziamenti e la gestione degli impianti.
"L'obiettivo è guardare oltre la lottizzazione dello sport - interviene l'assessore Fabrizio Purchiaroni - puntando ad una programmazione più accurata delle attività e dell'impiantistica.
I punti salienti del regolamento riguardano i curric! ula col passato delle società, facendo attenzione alla formazi! one spor tiva; ai progetti di utilizzo, di manutenzione e di miglioramento degli impianti, con particolare riguardo al radicamento nei quartieri; l'impegno delle società e delle associazioni ad aderire a progetti sociali ed educativi."
Oltre alle regole per i contributi, i quali, come specifica Marini,
"verranno erogati se ci saranno i fondi disponibili"
, ieri il sindaco e l'assessore Purchiaroni hanno spiegato anche quali sono le linee guida del Comune per incrementare l'impiantistica cittadina.
"Stiamo operando una riorganizzazione - continua Purchiaroni - in modo da tener conto di tutte le realtà sportive cittadine.
Abbiamo chiesto lo scorso 27 ottobre alla Regione circa 2 milioni di euro di finanziamento per la progettazione e la realizzazione di un centro sportivo polivalente che sorgerà su un'area comunale di circa 6 ettari in località Piazza d'Armi, vicino alla Motorizzazione."
"é chiaro che senza! i fondi regionali il progetto andrà ridimensionato - chiarisce Marini - ma in ogni caso cercheremo lo stesso di portarlo a compimento."
Ma il centro polifunzionale non è l'unica idea in cantiere: le risorse alla Pisana sono state chieste anche per riqualificare il centro sportivo del Pilastro e per comprare attrezzature destinate a uno skate park nel parco Robinson al Pilastro, e per il Campo Scuola, nonchè per attività protagonisti i ragazzi diversamente abili.
"a queste attività - conclude il sindaco - il Comune parteciperà insieme alla regione e al Coni, ma, qualora arrivassero i finanziamenti richiesti, il gestore dell'affidamento sarà esclusivamente l'amministrazione di palazzo dei Priori, non altri"

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia