Un dvd sulla Via Amerina

Il dvd ‘la Via Amerina - Il fascino della Storia' parteciperà ad una rassegna nazionale di cinema archeologico che si terrà a Bologna dal 28 al 30 novembre.
La manifestazione ‘Imagines: obiettivo sul passato. Rassegna del documentario archeologico' sesta edizione, è organizzata dal Gruppo Archeologico Bolognese, con il contributo del Comune di Bologna e del Quartiere Borgo Panigale, e si svolgerà presso il Centro Polivalente ‘Riccardo Bacchelli'.
La rassegna vanta la partecipazioni di nomi prestigiosi, si aprirà infatti con la proiezione del documentario ‘La galera Veneziana' per la regia di Marco Visalberghi (produttore e regista dal 1969, nella sua carriera ha realizzato documentari naturalistici e scientifici per il mercato nazionale ed internazionale e dal 1980 ha avviato una collaborazione con la magazine scientifica SuperQuark di Rai 1), seguirà sabato 29 novembre il documentario ‘Demetra' (regia di Ebe Giovannini e Maurizio Pellegrini) e ‘Vinum:storia del vino nell'Italia antica' per la regia di Mario Pellegrini, ‘Il chirurgo di Ariminum', regia di Adolfo Conti (dal 1997 scrive e dirige programmi televisivi e documentari culturali; regista e collaboratore della Rai, ed è tra gli autori più apprezzati di film archeologici.
Nell'ambito della sua filmografia citiamo ‘Lo Splendore di Roma' per Rai Educational, 2003); e ‘Il mare dei Fenici' del celebre giornalista Folco Quilici, specializzato in riprese sottomarine e che si è distinto per le sue inchieste e i suoi servizi speciali sull'ambiente e la civiltà.
La rassegna nella terza giornata, dopo il documentario ‘Lo zio Sem e il sogno bosniaco' mediometraggio della ventiseienne milanese Chiara Brambilla (vincitore della Vela d'oro), e i due cortometraggi ‘La scoperta di Spina' per la regia di Cesare Bornazzini e ‘Le tombe di Spina' di Salvatore Augenna, chiuderà proprio con il dvd nostrano sulle bellezze affascinanti della via Amerina.
"Un insperato risultato che ci gratifica molto e che ci ripaga dell'impegno per promuovere e far conoscere le bellezze della bassa Tuscia"
- ha detto Raniero Pedica, studioso di storia locale e regista del dvd sulla Via Amerina insieme a Marcello Avoledo, all'indomani della lieta notizia.
Come si ricorderà il documentario sull'antico asse viario che collegava la Valle del Baccano alla città di Ameria (Amelia da cui trae il nome), nato da un'idea di quattro anni fa dell'imprenditore civitonico Alessio Sebastiani con la collaborazione di un gruppo di amici ognuno dei quali ha apportato la propria professionalità (Roberto Caprari ed i suoi collaboratori hanno composto brani musicali inediti, Monia Principalli è la voce narrante, Antonio Scarponi ha curato la supervisione letteraria mentre il Gruppo Archeologico Romano quella scientifica, e le illustrazioni scientifiche sono di Leonardo Meschini) è stato presentato ufficialmente il 25 settembre nella Rocca dei Borgia di Nepi nell'ambito del Play Fair 2008.
Il dvd,
"è un viaggio archeologico-naturalistico sull'asse viario della via Amerina, tra i boschi di lecci e le acque del Rio Maggiore, territorio ancora ampiamente incontaminato.
Per oltre 5 secoli ed almeno sino al III secolo d.C. il tratto della Via Amerina preso in esame è stato il principale luogo di sepoltura degli abitanti di Falerii Novi, antica città romana del III secolo."
E i reperti archeologici che sono stati esposti nella mostra
"Corredi funerari dalla Via Amerina"
inaugurata il 20 settembre nel Forte Sangallo, sempre nell'ambito del Paly Fair, erano solamente una parte di quelli presentati nel documentario made in Civita.
Lo scopo del filmato è anche didattico e per sensibilizzare maggiormente i ragazzi alla tutela di quest'area archeologica, il dvd l'intenzione sarà quella di distribuirlo gratuitamente nelle scuole.

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia