Brindisi al 2009 appena nato. Nella cittadina civitonica il nuovo anno è stato salutato, coma da tradizione, con fuochi d'artificio, chi più chi meno ha fatto scoppiettare luci colorate per dare il benvenuto al nuovo anno.
I ristoranti hanno registrato comunque una buona presenza malgrado la crisi, offrendo menù saporiti, altri più prelibati, ma comunque con le immancabili lenticchie dopo la mezzanotte.
Brindisi e ancora brindisi. Ovvero al Capodanno non si rinuncia proprio perché si brinda con fiducia e speranza al futuro, tutti insieme.
Nell'Agriturismo Rio Coverino, ad esempio, si è festeggiato fino alle 4,30 con tanto di divertente e coinvolgente karaoke.
"Éstato davvero un bel Capodanno - ha detto il titolare e rinomato chef Fabrizio Baldinelli, che ha approfittato per festeggiare con la moglie Mariella anche l'anniversario dei tredici anni di matrimonio -.
I nostri clienti sono rimasti tutti contenti, si sono molto divertiti, lo staff è stato splendido e alcuni hanno deciso di pernottare qui.
Una parte erano civitonici e altre persone sono giunte dai paesi limitrofi."
Pienone anche al ristorante 'Pane e Pomodoro' in pieno centro storico, è al suo terzo Capodanno. Una clientela formata per metà da civitonici. Festeggiamenti fino alle 5 del mattino fra brindisi e balli.
"é andata benissimo - ha detto uno dei due titolari -. Meglio del Capodanno passato."
Ristoranti, agriturismi, sale da ballo specie per chi ama i ballilatino-americani. "Un pienone" nei locali salsero della zona il "Tanguero" e "Salsamania" per cui il titolare Santino Loreti, noto come il re del ballo, è rimasto "molto contento".
Balli a ritmo di salsa e non solo fino alle 4 in entrambi i locali. Ma c'è anche chi ha deciso di trascorre la notte più lunga dell'anno in casa, restando in famiglia con i propri parenti ed amici; molti civitonici hanno preferito prendere in affitto casali, o locali, allestendo le pareti e i soffitti di nastri colorati, palloncini e via discorrendo e organizzandosi con ricchi buffet o catering in cui proprio non è mancato nulla.
E poi musica e balli fino all'alba. Da notare poi la presenza di alcuni vip che hanno scelto proprio Civita Castellana per festeggiare il Capodanno 2009.
A brindare con i civitonici è giunto il noto giornalista sportivo Amedeo Goria insieme al celebre attore ed architetto di chiara fama Mario Marenco accompagnato dal collega Domenico Mauro, altro architetto di fama internazionale.
I tre vip hanno dapprima trascorso la serata cenando presso il ristorante 'Val sia Rosà, pieno di giovani in attesa di terminare allegramente la festa nella discoteca Arabesk, a pochi metri dal ristorante.
É ormai da qualche anno che è nato il binomio 'Val Sia Rosà - 'Arabesk'. Tanti giovani ma anche ormai la troupe dei quarantenni e dei single, scelgono di far tappa nel rinomato locale sulla via Nepesina.
Il titolare Massimo Miscia ha accolto cordialmente i tre noti personaggi che hanno ammirato la bellezza del locale e l'atmosfera festosa e allegra e allo stesso tempo composta.
Amedeo Goria e la comitiva è scesa è per un po' in pista da ballo salutato da molte ragazzi che lo hanno riconosciuto

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia