In vetrina La cena di Emmaus

Rimarrà esposto fino al 6 gennaio all'interno del Duomo di Tarquinia il dipinto intitolato "La cena di Emmaus", realizzato dall'artista marchigiano Stefano Solimani. L'opera d'arte rimarrà visibile tutti i giorni durante l'orario di apertura della chiesa. Il dipinto, esposto in anteprima assoluta, fa parte di un progetto artistico di cinque opere d'arte che comporranno la mostra ufficiale della 54esima edizione del festival dei Due Mondi che si svolgerà a Spoleto nel periodo giugno - luglio 2011. Si tratta di una mostra d'arte che l'artista definisce mistica, curata da Alberto D'Atanasio e promossa dalla Fondazione Sgarbi. Già lo scorso anno Stefano Solimani avava presentato a Tarquinia la prima delle cinque opere previste intitolata "La resurrezione". "La Cena di Emmaus" è la seconda realizzata. Gli altri quadri saranno "La conversione" che è in via di completamento e sarà esposta a metà gennaio sempre a Tarquinia, "La testimonianza" e infine "La salvezza".
"Il mio - dice l'artista - è un percorso spirituale, un'interpretazione nuova dell'arte sacra che parte dal divino e arriva all'uomo senza interposizioni di tipo teologico."
Le opere d'arte di Solimani sono private dell'iconografia classica sancita nel Concilio di Trento del 1553 e liberate da certi canoni estetici. Dunque, un appuntamento artistico a Tarquinia di grande spessore, da non perdere
Corriere di Viterbo Martedì 4 Gennaio 2011

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia