Compie 40 anni il Festival Barocco di Viterbo, una delle rassegne storiche nazionali e internazionali della musica antica. La rassegna, che per l'occasione si presenta con un cartellone costellato di grandi nomi, da Rinaldo Alessandrini a Giovanni Antoni fino a Mariella Devia, diva del belcanto che si sta avvicinando al repertorio barocco. Ma n on solo. Il Festival Barocco si rinnova anche nel suo direttore artistico, che da quest'anno è Stefano Vignati (che prende il posto occupato sino allo scorso anno da Riccardo Marini) , il quale esordisce dando vita a un gruppo stabile della rassegna, la Camerata Barocca " Claudio Monteverd i" , formata da professori di altissimo livello, già esperti nell'esecuzione del repertorio Barocco, affiancati da giovani diplomati, selezionati tramite bando e successiva audizione, dando priorità ai residenti nella Tuscia e nel Lazio. Il Festival, organizzato dalla Provincia di Viterbo, si apre il prossimo 10 luglio con Rinaldo Alessandrini alla guida del suo celebre gruppo " Concerto Italiano" con il Libro VII dei madrigali di Monteverdi, nella sala del Conclave del Palazzo dei Papi di Viterbo. Il 25 luglio sarà invece la volta de " Il Giardino Armonico" diretto da Giovanni Antonini a Tuscania nella Chiesa di S anta Maria della Rosa.
Questi due gruppi di fama mondiale hanno legato il loro nome alla migliore discografia esistente in tema di musica barocca. Il 7 agosto si esibirà in un recital il controtenore Martin Oro accompagnato dal Liuto e dalla chitarra barocca di Francesco Romano a Viterbo, nel Cortile di Palazzo Gentili, mentre il 13 agosto appuntamento con la " Magia Violinistica " del tardo Barocco con musiche di Antonio Vivaldi e Johann Sebastian Bach interpretate dal giovane astro nascente del panorama violinistico Maria Solozobova, diretta da Lawrence Golan ( il tutto a Bolsena, presso il Teatro San Francesco) .

E si proseguirà sino all'evento clou del 2 settembre, a Viterbo nella sala del Conclave, con l'esecuzione delle Variazioni Goldberg di Bach interpretate dal pianista Ramin Bahrami, punta di diamante della Decca e definito l'erede di Glenn Gould. Il Festival Barocco si chiude l'11 settembre, a Viterbo, sempre nella Sala del Conclave, con il concerto " Divina Vox " , un'antologia di arie e sinfonie tratte dalle opere di G. F. Haendel e G. B. Pergolesi, diretto da Stefano Vignati con la partecipazione del soprano Mariella Devia, grandissima voce della lirica mondiale

Corriere di Viterbo Martedì 28 Giugno 2011

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia