"Conosci Sant'Agostino? Hai mai letto qualche pagina dei suoi scritti?"

É questo il chiaro invito con il quale, presso la Parrocchia della Santissima Trinità di Viterbo, i padri Agostiniani e i loro amici hanno organizzato tre incontri per conoscere la figura di Sant'Agostino, attraverso le confessioni. Il primo appuntamento è per questa sera, alle ore 21, presso il salone della parrocchia detto "Il Cenacolo". Ad accompagnare quanti vorranno partecipare all'itinerario agostiniano sarà il vescovo emerito della diocesi di Orvieto - Todi, Padre Giovanni Scanavino, anch'egli frate Agostiniano. Padre Giovanni Scanavino è una delle menti più illuminate del cattolicesimo italiano. La sua profonda e innovativa esperienza al vertice della vicina diocesi di Orvieto - Todi (di cui fa parte anche Bolsena), nonostante il condizionamento avuto dallo stesso ambiente ecclesiastico, resta uno degli esempi più limpidi di amore cristiano e di sublime divulgazione dei concetti agostiniani. Da sempre tra i massimi esponenti dell'ordine Agostiniano, monsignor Giovanni Scanavino, sarà presente presso la Parrocchia della Santissima Trinità anche negli appuntamenti già fissati per venerdì 4 novembre e venerdì 11 novembre, sempre alle ore 21. Gli incontri saranno incentrati sulla dottrina agostiniana analizzando i passaggi fondamentali delle Confessioni, un'opera autobiografica in tredici libri scritta da Sant'Agostino intorno al 400. Sant'Agostino è ritenuto Padre, Dottore e Santo della Chiesa cattolica, detto anche "Doctor Gratiae" (Dottore della Grazia)

Gabriele Anselmi

Corriere di Viterbo Venerdì 28 Ottobre 2011

0 commenti

Posta un commento

News su Viterbo e Provincia

Offerte di lavoro a Viterbo e Provincia